Codice Etico

L’Ateneo “Universitas Mercatorum” ha come propri capisaldi i principi espressi nella Costituzione Italiana agli articoli 9 (sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica), 33 (libertà d’insegnamento) e 34 (diritto per i capaci e i meritevoli di raggiungere i gradi più alti degli studi).

L’Ateneo assume come proprie le principali finalità di promuovere la ricerca e la formazione di livello superiore in una ottica di eccellenza, con corretto spirito critico ed adeguate relazioni interpersonali, condivisione dei risultati e scambi con la comunità scientifica nazionale ed internazionale.

L’Ateneo si impegna a: tutelare la libertà della ricerca e della didattica, promuovere la conoscenza, favorire il confronto critico, garantire la partecipazione, valorizzare il merito.

Tali impegni sono assunti dai singoli appartenenti alla comunità di Universitas Mercatorum, ovvero da professori, ricercatori, personale tecnico-amministrativo, studenti, nell’ ambito dei fondamentali doveri di: rispetto, responsabilità, servizio nei confronti della comunità universitaria e della società civile, promozione degli studi e della ricerca, riconoscimento dell’impegno e del merito, correttezza e trasparenza, collaborazione.

In particolare, gli appartenenti alla comunità universitaria rifiutano ogni forma di pregiudizio, ogni molestia o fastidio, ogni prassi umiliante, ogni idea di superiorità.

Tutti i componenti dell’Ateneo si impegnano a mantenere una condotta collaborativa e rispettosa nei confronti delle decisioni accademiche poste in essere ai fini dell’efficienza, equità, imparzialità e trasparenza.

Gli appartenenti alla comunità universitaria, ognuno nell’ambito del proprio ruolo, si impegnano ad attuare il presente Codice Etico. Questo non intende sostituirsi o sovrapporsi in alcun modo alle leggi ed ai regolamenti vigenti, bensì proporsi quale elemento di sintesi ispirato ad un patrimonio condiviso di valori e di regole di condotta adottati nello spirito della Costituzione della Repubblica italiana.